Bike hotel dalla nascita

Bike hotel dalla nascita

Nel 1964 alcuni appassionati di ciclismo, intravedono la valenza turistica di questo sport e si inventano una nuova gara: nasce il Trofeo Laigueglia dei professionisti.

Laigueglia si propone come riferimento ed il Mediterraneo si apre al mondo del ciclisti.

Nel 1969 ospita il gran galà in onore della stampa. Bartali e Michelotto sono gli ospiti di riguardo, in mezzo ai numerosi giornalisti.

I gruppi di ciclisti che vengo ad allenarsi si susseguono da febbraio a maggio.

Alla serietà dei professionisti e dei dilettanti (come la Filotex di Bitossi, la svizzera Bio-Strath, la prima Lampre-Colnago con Saronni ed il giovane Bortolami o lo squadrone MG Bianchi di Ballerini, Cipollini, Chioccioli e tanti altri vincitori di gare di coppa del mondo) si alternano la passione e la goliardia di appassionati italiani e stranieri.

Si passa con grande disinvoltura, dai rapporti utilizzati in sella e agli arrivi in salita, alla quantità di cozze o di piatti di paella mangiati, alle sfide a carte, ai travestimenti in sala da pranzo, fino ai poster appesi nelle vie del paese.

Seguendo i loro consigli, Luigi crea il deposito con i ganci dove appendere le bici, prende idee per suggerire percorsi, disegnando piantine ricalcate dalle carte stradali (oggi disponibili in gps e online), aumenta i servizi  e le attenzioni ai ciclisti.

In sostanza, sin dai primi anni della sua storia, l’Hotel Mediterraneo si trasforma in un apprezzato bike-hotel.

Un sentito GRAZIE a tutti i ciclisti che in questi anni ci hanno scelto: i vostri momenti al Mediterraneo sono la nostra storia.

 

Italiano